La regata

PRESENTAZIONE

Regata d’inizio stagione, in doppio, l’Arcipelago 650 permette ai concorrenti uno dei primi confronti con il resto della flotta. Il percorso classico della regata è interessante in questa prospettiva, a prescindere delle condizioni meteo.

Si comincia con una prima porzione costiera (partenza da Talamone, ”disimpegno”, Formiche e Giannutri da lasciare a dritta). Segue poi una porzione più al largo, durante la prima notte, si attacca la lunga risalita verso Nord, fino a Capraia.

Nel ritornare verso Talamone, la flotta dovrà avvicinarsi di nuovo a terra per negoziare il canale di Piombino, e proseguire interpretando al meglio la rotta fino al traguardo.
Un bel giro impegnativo per la flotta, non solo dal punto di vista tattico, considerato che si dovranno affrontare diverse andature e manovrare costantemente.

Christophe Julliand

 

Talamone Faro

Vista dal Faro

 

L’ANALISI DI STEFANO PALTRINIERI

Per sette anni l’Arci ha rapresentato la regata di inizio stagione per i Mini 650.
Quest’anno non sarà più così, dato che la Fezzano Talamone la precederà di una settimana.

Poco male, anzi!
La regata che parte dal Golfo dei Poeti innescherà un volano fantastico per la classica dell’Arcipelago, convogliando a Talamone anche la numerosa flotta di stanza a Fezzano.
La bellezza del percorso e l’accoglienza del Circolo Vela Talamone, situato in prossimità del vecchio faro, con una vista senza pari, sono ormai proverbiali.
Anche per questo la Classe Italiana ha pensato di invitare all’Arci alcuni rappresentanti della Classe Francese, in veste di “osservatori” della maturità del movimento italiano. Siamo sicuri che non li deluderemo.

Se per molti skipper l’Arci costituisce il tanto atteso debutto, ed è una fortuna che ci siano tanti neofiti, lo spettacolo di cui si godrà ai massimi livelli tecnici sarà di prim’ordine.
Tra i Proto Alberto Bona a bordo del suo Proto con il nuovo proprietario della barca verificherà la bontà dei lavori fatti in inverno, per entrare in una configurazione che, possiamo considerare definitiva in vista dei prossimi impegni in Atlantico.

Il contorno non sarà banale.
Qualche skipper ha pescato nel serbatoio dei partecipanti alle Transat degli ultimi anni. Sappiamo che, per esempio, anche Federico Fornaro ed Andrea Rossi saranno della partita. In pista anche un motivatissimo Davide Lusso che si propone di correre al meglio il Campionato Italiano.
Non mancheranno gli equipaggi stranieri, come consuetudine consolidata a Talamone, famelici di miglia ed esperienze sulle regolazioni dei loro nuovi gioielli.