Dopo l’eclisse la regata

by / Commenti disabilitati su Dopo l’eclisse la regata / 505 View / 20 marzo 2015

Dopo l’eclisse, la regata. La flotta dell’Arcipelago 650 2015 è partita poco dopo mezzogiorno, in un vento di scirocco intorno ai dieci nodi di intensità e mare piatto. Durante il briefing di questa mattina, e dopo una ricca colazione offerta dal club organizzatore e apprezzatissima, Alessandro Testa, direttore sportivo del Circolo della Vela di Talamone e presidente del comitato di regata, ha annunciato agli equipaggi che il percorso sarebbe stato annunciato all’ultimo momento. Ed è il percorso numero 2 descritto dalle istruzioni di regata che dovranno compiere i 25 Mini partiti (26 meno uno, Jrata 544 rimasto al pontile), quindi un giro in senso orario delle isole dell’Arcipelago Toscano con Giannutri, l’Elba e Capraia da lasciare a dritta. Bolina per iniziare fino a Giannutri, poi un bel bordo alle portanti a risalire verso Nord Ovest proprio quando, secondo le previsioni, lo scirocco dovrebbe rinforzare.

Non si fanno sconti, pochi secondi prima del via ingaggio tra Sideral di Fornaro e Mahi-Mahi di Fernbach

Non si fanno sconti. Pochi secondi prima del via ingaggio tra Sideral di Fornaro e Mahi-Mahi di Fernbach

Sulla linea, anche un po’ prima, è iniziata subito la lotta tra Sideral di Andrea Fornaro e il Pogo 3 Mahi-Mahi di Charly Fernbach per partire al pin. Qui sotto un breve video della partenza.

Dopo un breve bordeggio, alla boa di disimpegno è passato in testa  il prototipo Illumia di Michele Zambelli, seguito dal Pogo 3 francese di Fernbach, dallo stesso Fornaro e dall’equipaggio della Marina Militare, Pendibene e Valsecchi su Pegaso, l’altro P3. Da segnalare a proposito che queste due barche figurano tra le barche di serie nella cartografia della Yellowbrick (saranno di serie in un futuro sempre più vicino, ma non lo sono ancora ufficialmente quindi devono essere classificate tra i prototipi. Agg. ambiguita risolta)

IMG_3480

La forchetta rotta su 507 Golden Apple dopo la collisione con Janaina

Una bella partenza con pochi ritardatari sulla linea. I guai sono arrivati poco dopo: una collisione in un banale incrocio tra Golden Apple mure a sinistra e Janaina mure a dritta: un errore di disattenzione che costa al primo una ”forchetta” rotta a prua (il sistema per fare pivotare il bompresso) e una pala del timone delaminato per il secondo.   Le due barche si sono ritirate.

Sulla cartografia, al momento di pubblicare questo post, i primi sono tra il Giglio e l’Argentario. Ancora poche miglia di bolina e inizierà una bella cavalcata verso Capraia con un vento e un mare che dovrebbero aumentare.

Potete ritrovare una gallery fotografica della partenza sul nostro profilo Facebook.

IMG_3578

Dopo aver passato la boa di disimpegno, la flotta mure a sinistra risale di bolina verso l’Argentario